Le radici del terrore
Le radici del terrore

Le Radici Del Terrore

le radici del terrore

nasce dalla sinergia tra le associazioni culturali BraviAutori ed Electric Sheep Comics con lo scopo di rendere omaggio alle opere e all’universo immaginifico di Howard Phillips Lovecraft.

Le ventitré opere selezionate hanno come riferimento la narrativa “lovecraftiana” incentrata sui racconti del ciclo di Cthulhu, già fonte di ispirazione non solo per scrittori affermati come Stephen King, ma anche in produzioni cinematografiche, musicali e fumettistiche

Il motivo di tanto successo è da ricercare in quell’universo incredibile e “indicibile”, fatto di personaggi e creature che trascendono il Tempo e sono una rappresentazione dell’Essere umano e delle paure che lo circondano: l’ignoto e l’infinito, entrambi letti come metafore dell’inconscio. Special guests dell’antologia gli illustratori americani e spagnolo Harry O. Morris, Joe Vigil and Enrique Badìa Romero.

DISPONIBILE ORA NEGLI STORE: Amazon, Lulù.

  • FORMATO CARTACEO – DIGITALE
  • BIANCO E NERO
  • PAGINE 172
  • ASS. CULT. BRAVIAUTORI
  • ANNO 2015
  • ASIN B00WIRT89M

kippleIn occasione dell’uscita dell’antologia “Le radici del terrore”, il Blog di Kipple ha realizzato un’intervista al curatore del libro Roberto Napolitano. È possibile leggere la versione integrale dell’intervista, a cura di Roberto Bommarito, fra le pagine ufficiali di Kipple, cliccando qui. Di seguito un breve estratto. 

Ciao Roberto e benvenuto fra le pagine virtuali di Kipple. Per chi non ti conoscesse ancora, ti andrebbe di iniziare presentandoti?  Ciao a te, prima di tutto vorrei ringraziare te, Kipple Officina Libraria e tutte le persone che avranno il piacere di leggere questa intervista. Sono una persona curiosa e i miei interessi si focalizzano sulla letteratura e alla musica ma oltre a essere un gran consumatore ho sempre nutrito un desiderio di non essere solo un fruitore ma anche un autore. Questa dedizione mi ha portato nel tempo a conoscere Massimo Baglione e l’associazione culturale BraviAutori dove ho avuto l’opportunità di far crescere la mia passione ma anche di condividerla con tantissime altre persone. Questo secondo aspetto lo trovo molto importante perché non essendo un autore o musicista affermato la possibilità di misurarmi con altre persone che condividono la mia stessa passione diventa importante soprattutto per creare nuove opportunità. L’antologia “Le Radici del Terrore” che potrete trovare a questi link nasce proprio da questo principio. 

Che cosa accomuna BraviAuotori.it ed Electric Sheep Comics?  Entrambi sono associazioni culturali dedicate all’arte e che trovano il loro punto di incontro all’interno dei rispettivi siti web o sui social network più famosi. In BraviAutori gli appassionati potranno pubblicare le proprie opere sia letterarie, grafiche o musicali. Electric Sheep Comics (Esc) si concentra in particolare sulla realizzazione e distribuzione di Graphic Novel ma strizza l’occhio anche a produzioni sia cinematografiche che televisive. Entrambe queste associazioni vivendo quasi esclusivamente nel web favoriscono le interazioni tra artisti provenienti da tutta Italia e come accade per la nostra antologia, con artisti stranieri. L’interazione virtuale favorisce un maggiore scambio dei contenuti proposti e la possibilità di conoscere altre persone con interessi comuni e in questo modo è anche più semplice trovare i contesti giusti per presentare le proprie opere a un pubblico molto più vasto. 

Come è nata l’idea dell’iniziativa per l’antologia “Le Radici Del Terrore”?  L’antologia è composta da opere tutte ispirate alla narrativa di Lovecraft.  L’iniziativa è stata promossa da Massimo Baglione ed è stata gestita tutta online tramite il suo sito BraviAutori. Io come rappresentante dell’associazione culturale Electric Sheep Comics ha collaborato per la selezione delle opere. Agli autori che hanno aderito all’iniziativa è stato chiesto di costruite una storia basata su eventi inspiegabili che tendono a rompere le regole della società in cui si vive e di dare una visione di come questi eventi si riflettono sui personaggi che vivono queste esperienze.