Il Grande Ingegno

Una macchina è costituita da tanti piccoli ingranaggi, così come la storia del genere umano. La macchina è il nostro mondo. Gli ingranaggi sono la rappresentazione delle tappe che hanno scandito la nostra vita, chi eravamo e chi siamo oggi. “Il mondo è una grande macchina, io devo essere qui per qualche motivo… E anche tu!”.

Una macchina è costituita da tanti piccoli ingranaggi. E se pensiamo alla storia del genere umano, la questione non è poi tanto differente. La macchina è il nostro mondo. Gli ingranaggi rappresentano le tappe che hanno scandito e tutt’ora scandiscono la nostra vita, chi eravamo e chi siamo oggi. È ciò che racconta questa graphic novel. Un regista, un povero guitto senza nome, al quale viene affidato il compito di mettere in scena le vicende dei personaggi che più hanno influenzato la nostra storia, all’interno di un teatro in stile ottocentesco.

Il Grande Ingegno è edito da Il Foglio letterario.

Sceneggiatore e autore dei disegni è Lorenzo Nicoletti.

DISPONIBILE ORA negli store AMAZON IBS LIBRI e in tutte le librerie digitali italiane. Inoltre, è possibile richiedere il volume in tutte le librerie tradizionali fornendo il codice ISBN.

  • FORMATO CARTACEO
  • BIANCO E NERO
  • PAGINE 125
  • EDIZIONI IL FOGLIO
  • ANNO 2017
  • CODICE ISBN 978-8876066979

Segui la PAGINA FACEBOOK della graphic novel Il Grande Ingegno

Lorenzo Nicoletti, in occasione dell’uscita del fumetto Il Grande Ingegno, ha rilasciato un’intervista al Blog di Kipple. DI seguito un breve estratto. QUI per leggere l’intervista integrale.

Di cosa parla Il Grande Ingegno?

LN: “Il Grande Ingegno” ripercorre la strada che ha portato l’Europa a diventare Unione Europea e la moneta a diventare Euro. È il mio terzo libro a fumetti ed è il secondo tentativo (dopo il fumetto su Moro) di comunicare con le nuove generazioni usando un linguaggio più vicino ai giovani. Mi rendo conto che il mio pensiero a proposito delle prospettive per il futuro, per come la vedo io, non sia per niente roseo. Ma bisogna combattere prima di darsi per spacciati. Di questo parla il Grande Ingegno, in linea di massima. È il messaggio finale che mi stava a cuore e che volevo evidenziare, e spero di esserci riuscito in qualche modo.