Intervista a Claudio Fallani

fallaniLa testata NOI, Nuova Opinione Italiana, in occasione dell’uscita del graphic novel Blood Washing, intervista Claudio Fallani

Fate attenzione a questo nome: Victor Kowalsky.E’ un tipo strano, nato qualche mese fa, dopo circa due anni di gestazione. Partorito dalle menti e dalle matite di ragazzi come noi, ma con una passione sfrenata per il racconto e le tavole horror, mistery, splatter. Pulp appunto!

Noi lo abbiamo incontrato lo scorso Sabato 22 Febbraio nella libreria IN-Mondadori di Monterotondo, a due passi dalla Capitale. Era nelle sue due dimensioni attuali: dal vivo, con il volto di Cristiano Burgio (attore che lo impersona nel medio-metraggio); e su carta “quella buona”, di qualità, del fumetto indipendente a produzione tutta tricolore. “Blood Washing” e “La lunga notte di Victor Kowalsky” dunque si aprono al grande pubblico, e si palesano in un mercato editoriale da sempre difficile come quello del fumetto. Grazie a una mistura impazzita di voglia di scrivere, di sperimentare, di mettere su carta idee altrui condite da pulsazioni in china o chiaro-scuro: Claudio Fallani, Alessandro Napolitano, Alessio Ottaviani hanno curato testi e dialoghi; Roberta Guardascione, Sacha Ciantelli, Riccardo Iacono, Valerio Mezzanotte, Andrea Palloni hanno prestato la loro arte grafica.

Continua la lettura su NOI