E se per strada trovaste un “folle” o una “folla di folli” che vogliono abbracciarvi?

Viviamo in tempi bui: gli smartphone, i social e le varie attività digitali inibiscono i rapporti interpersonali, il governo  genera malcontento, i vicini di casa fanno casino, i biscotti del Mulino Bianco non sono più buoni come quelli di una volta e il tempo non è mai quello che ti aspetti. Un Caos, insomma! In questa deriva sociale, persino lisergica per certi versi, te ne cammini solo, immerso nei tuoi giramenti più o meno dolorosi, più o meno intimi.

Per un attimo alzi lo sguardo, richiamato dalle risate di alcuni ragazzi e ragazze. Non capisci bene cosa facciano, ma vedi che scambiano degli abbracci con dei passanti. Poi uno di loro si stacca dal gruppo e ti avvicina, offrendo un abbraccio anche a te.

Follia?

Forse.

 

Sicuramente un gesto “rivoluzionario” di questi tempi! E, forse, anche coraggioso! Ma io, che posso vantarmi di conoscere personalmente Massimo Menichetti, in arte Macs Drago, cioè colui che ha dato inizio a questa (come vogliamo chiamarla?)  campagna… Dicevo, io che lo conosco, posso dirvi che non trattasi nè di coraggio, nè di rivoluzione, ma proprio e sicuramente di FOLLIA.

Ovviamente scherzo! Quando però ho avuto il piacere di vedere il video realizzato da Massi, mi sono sinceramente emozionato. Si vedono abbracci di ogni tipo, alcuni davvero molto dolci, girati anche un po’ alla cazzo, un po’ sfuocati, un po’ tremolanti. D’altra parte non sono video professionali, ripresi da un cameraman, ma i video amatoriali di un’infinità di persone che hanno voluto partecipare con il loro vissuto, le loro emozioni e la loro anima, a questa piccola avventura. E probabilmente è per questo risultano così vivi, sinceri, belli!

La canzone che fa da sottofondo, invece, l’ha composta Massimo, e l’ha suonata e registrata insieme alla sua band! Si intitola “Abbracciami”. A mio avviso, si caratterizza per un ritornello davvero azzeccato che ti si pianta in testa al secondo ascolto e un assolo in chiusura melodico e rock, come se ne sentono pochi in giro di questi tempi!

Ma adesso basta con le chiacchiere…

Clicca qui per il video.

 

P.S. Ho avuto il piacere sincero di suonare la batteria in questa canzone ed è stata sia una bella esperienza musicale che un bel “ritrovamento” di amici: se vi è sembrato che nell’articolo sopra sia stato un po’ di parte (ed è per questo che non mi sono dilungato in un’analisi musicale del brano), ci può stare, ma un’occhiata al video, io vi cosiglierei di darla ugualmente!