Category

ATTIVITA’

COMICS, F. FERRUCCI

LA SFERA SUPREMAFeatured

TRITTICO Z

NUMERO 2: LA COSA CHE NON ERA DA FARSI

Ok, ok… La Sfera Suprema – Trittico Zeta- Parte Seconda: “La cosa che non era da farsi”. Innanzitutto vorrei sottolineare PARTE SECONDA (è incredibile anche per noi pensare di essere riusciti a pubblicare anche il secondo episodio!). E mi sento di dire che ci sarà presto anche una PARTE TERZA, quindi siete avvertiti…

È bello dare risposte a domande non fatte. Ma appunto non è scontato niente.  Sono sempre Keer, il mio socio Leef non vuole scrivere articoli, non ha tempo, dice. E stavolta allora spenderò due righe per parlarvi di lui.

Pignolo, mammmia pignolo… Ma solo per alcune fobie momentanee (non per evidenti errori) che poi mi tocca comunque ricorreggere puntualmente in fase di disegno. Poi gli passa tutto in un quattro e quattr’otto (e otto sedici, direbbe lui tanto è prolisso!) e ricomincia con un altro flash, quando va bene. Altrimenti diventano due o tre in simultanea. E comincia a scassare la minchia su più fronti.  Gli andrebbe data una bella sprangata sui denti e, una volta accasciato, gli andrebbe chiesto, con estrema gentilezza: Scusa, dicevi? … Continua pure…

Continue reading
COMICS, F. FERRUCCI

LA SFERA SUPREMAFeatured

TRITTICO Z

NUMERO 1: SKULONITE AURAE ARLECCHINENSIS FATUM

La Fantascienza ha molte declinazioni (già sentito), anche quelle demenziali!

Non esiste amante del genere che non si sia fatto due risate su film come Balle Spaziali, Guida galattica per autosoppisti o Idiocracy. Certo, non sarà il sottogenere  più blasonato, ma ha una sua dignità. E anche se questa dignità non ce l’ha… ormai ci siamo infognati, maradònnabbenedettadell’incoroneta…

Io che scrivo sono Keer ed insieme al mio socio Leef (non sto a dilungarmi su di lui, sappiate solo che è una delle peggiori persone di sempre), ci siamo addentrati circa 20, lunghissimi, estenuanti ma produttivi (almeno sotto un piano teorico), dicevo 20 anni fa nel mondo della Sfera Suprema. Quindi, se a volte scrivo al plurale, tranquilli! Non soffro della sindrome di Otelma e non sto usando un pluralis maiestatis. Parlo a nome degli autori, ecco!

Il Trittico Zeta nasce per cercare di trovare l’inizio del filo di questa matassa di idee…

Continue reading
PRESS

I MOTI DEL SOTTOSUOLO

Come tutti sanno l’underground è prolifico di artisti di ogni tipo. Alcuni padroni di una tecnica invidiabile, altri, magari, più acerbi; alcuni sono riusciti a trasformare la loro Arte in una professione, altri la vivono solo come passatempo.

Ma ciò che accomuna la maggior parte di essi (cosa che talvolta manca persino ad autori affermati e blasonati), è di avere un concetto da esprimere, uno stato d’animo da esternare, un’idea da condividere… Insomma l’urgenza di comunicare, in qualche modo, un moto interno della loro anima!

Ecco, ciò che interessa a noi sono proprio queste scintille, queste pulsioni interiori che spingono una persona a percorrere una qualsiasi via dell’Arte.

In definitiva, la presente rubrica nasce dalla curiosità di conoscere un po’ meglio i Moti di questi Artisti del Sottosuolo, dal desiderio di sentire cosa hanno da raccontarci, dalla voglia di fargli qualche domanda sul COSA e sul COME delle loro passioni…

 

 Claudio Fulvio Bernardi

 Chi è costui?

Un ragazzo giovane, 29 anni, ma con numerose passioni. Suona il violino, incide il legno, sforna quadri e scrive… Credo di non aver lasciato fuori nulla.

Claudio, vuoi dirci due parole su ognuna delle tue passioni?

Continue reading
COMICS, F. FERRUCCI

LA BIO-ARMATURA Z – cronache di Warui-HajiFeatured

La Fantascienza ha molte declinazioni!
Può essere lo spunto per una critica sociale, per una riflessione sull’esistenza, per un’analisi sull’impatto della tecnologia sul mondo, per un’approfondimento psicologico della natura umana… Bene, la Bio-Armatura Z non è niente di tutto ciò! Quindi se siete alla ricerca di un fumetto che vi sveli chissà quali Verità su voi stessi o sul mondo in cui vivete, questo non è un fumetto che fa per voi!

E allora – vi chiederete – che cosa ci dobbiamo aspettare da quest’opera?

Continue reading

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per fornire alcuni servizi. Cliccando su ACCETTO permetti il loro utilizzo Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi